I santi del giorno del 3 agosto

3 Ago

AMPELIA
martire con Flavia di Vercelli, Leonzia e Licinia, nel 5° secolo.

BARTOLO o BARTOLOMEO, martire a Nicomedia (v).

CIRA di Berea
martire nel 5° secolo con Mara, o Marana a Berea di Siria, sulle cui rovine oggi sorge Aleppo.

DALMAZIO
nato verso il 350, archimandrita(v) di Costantinopoli, trascorse quasi tutta vita in un monastero. Fiero avversario dell’eresia di Nestorio, riuscì a far trionfare la causa di Cirillo d’Alessandria, durante il Concilio Ecumenico di Efeso del 431. È morto nel 437.

EUFRONIO di Autun vescovo di Autun (v), dal 452. Fu in corrispondenza con Sidonio Apollinare e morì verso il 490.

FLAVIA di Vercelli
martire nel 5° secolo, assieme alle sue coetanee, Ampelia, Leonzia e Licinia.

GAMALIELE
caposcuola dei farisei, dottore della Legge ebraica, maestro per 3 anni di Saulo di Tarso(Paolo apostolo). È considerato come il più autorevole rappresentante della tendenza più larga nell’interpretazione della Legge stessa. Difese gli apostoli Giovanni e Pietro, davanti al Sinedrio, del quale era membro, come è raccontato negli Atti degli Apostoli, capitolo 5, dal versetto 34 fino al termine. Una tradizione leggendaria gli attribuisce un vangelo apocrifo.

LEONZIA di Vercelli
martire assieme a Flavia e Licinia, nel 5° secolo.

LICINIA di Vercelli
vergine martire nel 5° secolo, con Flavia e Leonzia.

LIDIA di Tiatira
è conosciuta solo attraverso il libro di San Luca, Atti degli Apostoli, al capitolo 16, dove viene presentata come una commerciante di porpora a Tiatira, città sul fiume Lico, in Macedonia(v). Fu battezzata con tutta la sua famiglia da Paolo di Tarso, al quale diede ospitalità, durante il suo soggiorno a Filippi(v. Credette al Vangelo prima fra tutti gli abitanti della città e anche dopo la prigionia che Paolo e il suo collaboratore Sila dovettero subire a Filippi, la casa di Lidia rimase sempre aperta, divenendo una specie di chiesa domestica dove i cristiani si riunivano in preghiera.

MARA o MARANA martire in Siria, assieme a Cira.

NICODEMO del Sinedrio
fariseo e maestro della Legge. Secondo il Vangelo di Giovanni, dopo avere avuto un segreto incontro notturno con Gesù, divenne suo discepolo e ne prese le difese di fronte al Sinedrio, del quale era membro autorevole, appellandosi alla legalità. Dopo la morte del Maestro, assieme a Giuseppe d’Arimatea, con il quale viene festeggiato anche il 31 agosto, ne depose il corpo dalla croce e gli diede onorata sepoltura. La tradizione narra che dovette soffrire molto da parte degli Ebrei e che le sue reliquie furono scoperte solo nel 415. Gli viene attribuito un vangelo apocrifo, detto anche “Atti di Pilato, edito però solo all’inizio del 4° secolo: nella prima parte, dove è egli stesso il protagonista, difende l’innocenza di Pilato e nella seconda narra la discesa di Gesù agli inferi. In una leggenda è raccontato che Nicodemo scolpì un Crocifisso in legno di cedro del Libano, denominato “Il Volto Santo”, il quale dopo molte peripezie, sarebbe giunto a Lucca dove è custodito nella cattedrale di San Martino.

PIETRO di Anagni
dopo essere stato consacrato vescovo di Anagni, nel Lazio, da Alessandro II, fu inviato papale a Costantinopoli. Nel 1097 lasciò la diocesi per unirsi ai Crociati, tornando in patria solo 5 anni dopo. Il suo episcopato, durato 43 anni, venne caratterizzato da un intenso rinnovamento nello spirito della riforma gregoriana. Morì ad Anagni nel 1105 e venne proclamato santo dopo soli 5 anni, da Pasquale II.

VALTENA di Melrose santo monaco in Scozia, martire nel 1160.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: