I santi del giorno del 10 aprile

10 Apr

BEDA il Giovane
vissuto alla corte dei Carolingi, si trasferì in Italia ed entrò nel monastero di Gavello, presso Rovigo, dove morì nell’883.

EZECHIELE
3° dei grandi profeti ebrei, autore di un libro della Bibbia, vissuto tra il 627 e il 571 a.C.. Figlio di Buzi, appartenente a famiglia sacerdotale, ricevette la vocazione profetica nel 593 e la sua azione si svolse sopratutto dal 597, fra gli ebrei deportati in Babilonia da Nabucodonosor. Chiamato perciò “padre degli esiliati”, dovette lottare contro la falsa concezione che i connazionali avevano di Dio e dei loro doveri verso di lui. Jahvè era considerato come un dio nazionale, che avrebbe dovuto dare la rivincita ai Giudei, senza badare ai loro peccati. Forti di questa illusione, i Giudei in patria si ribellarono ai Babilonesi, ma la ribellione portò alla distruzione di Gerusalemme e alla fine del regno. Il profeta ebbe la missione di predire la distruzione della capitale, per togliere ogni vana illusione e così preparare l’accettazione del castigo di Dio. Il libro di Ezechiele contiene 4 visioni, alcuni quadri allegorici ed è all’origine della corrente apocalittica. Le sue “visioni” preludono a quelle di Daniele e hanno influenzato certamente l’Apocalisse di Giovanni.

FULBERTO di Chartres
nato in Italia nel 960, filosofo e teologo divenuto vescovo di Chartres, città della Francia sul fiume Eure. Qui è stato il fondatore di quella celebre scuola filosofica, per stabilire i rapporti tra religione e filosofia, che fu il centro della rinascita culturale e umanistica francese del 12° secolo. Autore di liriche e scritti agiografici, è morto nel 1028.

GABRIELLA di Canossa
Maddalena Gabriella dei marchesi di Canossa, nata a Verona il 1° marzo 1774, ebbe un’infanzia tribolata da dolorose vicende familiari e rimase presto orfana. Visse per qualche tempo fra le Carmelitane di Conegliano ma, non potendo far parte dell’Ordine come era suo desiderio, ne uscì per dedicarsi all’assistenza e all’educazione delle ragazze più bisognose. A tale scopo nel 1802, istituì un “ritiro Canossa”, presso San Zeno di Verona e nel 1808 fondò le “Figlie della Carità”, dette poi “canossiane serve dei poveri”, e negli anni seguenti dopo quella di Verona, aprì altre case a Bergamo, Milano, Trento e Venezia. Le regole di questa congregazione sono state approvate, nel 1828, durante il pontificato di Leone XII. Morta a Verona il venerdì Santo 10 aprile 1835 è stata beatificata da Pio XII, nel 1941. Come MADDALENA è festeggiata anche l’8 maggio.

MICHELE de’Santi
dell’Ordine degli Scalzi della Santissima Trinità, a Valladolid in Spagna.

PALLADIO di Auxerre vescovo francese, morto nel 658.

POMPEO martire in Africa.

TERENZIO
martire nel 250 a Cartagine, sotto Decio I, assieme a circa 40 compagni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: