I santi del giorno del 23 gennaio

23 Gen

AMASIO vescovo martire nel 4° secolo

AQUILA di Cesarea
santa martire in Mauretania, morta sul rogo assieme al marito Severiano.

ARMANDO
o Auremondo, monaco dell’abbazia di Saint-Mairè, in Francia, della quale divenne abate nel 587. Morì nel 625.

BABILA
vescovo di Antiochia di Siria (oggi Antakya in Turchia), dal 237. Morì in carcere durante l’impero di Decio II, verso il 250, insieme a tre ragazzi a lui affidati, Predidiano, Epolonio e Urbano. A Milano, dove è molto venerato, si festeggia anche il 24.

BERNARDO di Vienne
nobile, soldato nelle armate di Carlomagno. Sposatosi contro la sua volontà, dopo sette anni di matrimonio, alla morte del padre, ottenne dalla moglie il consenso di farsi monaco benedettino. Fondò il monastero di Ambronay, ne divenne abate e nell’810 fu eletto vescovo di Vienne. Nel suo episcopato ebbe molti contrasti con la famiglia reale, tanto che per un certo tempo fu deposto e si rifugiò in Italia. Quando tornò in patria, fondò un monastero a Romans-sur-Isére, presso Valence, dove morì nell’842.

EMERENZIANA di Roma
secondo una leggenda era ancora catecumena, quando fu scoperta a pregare sulla tomba di Agnese, sua sorella di latte, che era stata martirizzata da poco. Viene rappresentata con le pietre nel grembiule, perchè fu lapidata sul posto nel 304 circa. I nobili genitori di Agnese raccolsero il corpo della martire e gli diedero sepoltura nel loro cimitero privato.

ILDEFONSO di Agali
nato nel 607, in Spagna. Monaco benedettino, discepolo di Eugenio di Toledo e di Isidoro di Siviglia, divenne abate del monastero dei SS. Cosma e Damiano ad Agali. Dal 657 arcivescovo di Toledo, successore del suo maestro Eugenio, si segnalò per l’attività creativa con gli scritti e continuò l’opera di Isidoro: De viris illustribus, raccolta di biografie di 14 personalità spagnole e si dedicò anche ad attività caritative. Morì il 23 gennaio 667 e il suo corpo, sepolto a Toledo, venne poi trasferito a Zamora, in Castiglia per sottrarlo agli invasori arabi. Santo molto popolare in Spagna, della quale è uno dei protettori, è particolarmente celebrato a Segovia.

MARTIRIO monaco abruzzese martire.

MESSALINA di Foligno martire nell’ anno 250.

PARMENA di Filippi
o Parmenas, uno dei primi 7 diaconi, ai quali gli Apostoli imposero le mani affidando loro l’incarico delle mense. È commemorato nel “Martirologio romano” come martire di Filippi, sotto l’imperatore Traiano.

RAIMONDO di Penafort  ricordato anche il 7 gennaio

SEVERIANO di Cesarea
martire in Mauretania assieme alla moglie Aquila.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: